ott
03
2012
0

Lega Questione Settentrionale: La rivoluzione del Nord in 12 progetti concreti

Lega, la rivoluzione parte dal Nord. Dopo la due giorni di confronto del 28 e 29 settembre al Lingotto di Torino, gli Stati Generali del Nord individuano 12 progetti concreti per far ripartire il Nord. 1. L’euroregione Nord: locomotiva per l’Europa delle regioni. 2. La ricchezza del Nord deve far crescere il Nord. 3. No all’accanimento terapeutico sulle imprese decotte. 4. Imprese più forti nel Nord. 5. Per il Nord solo banche vere. 6. Meno stato, meno sprechi, più federalismo. 7. Burocrazia zero. 8. Nuove infrastrutture globali. 9. Più futuro per i giovani. 10. Lavoro e previdenza: modello Nord. 11. Alta velocità dalla scuola al lavoro. 12. Politica a costo zero. Prima il Nord!

La rivoluzione parte dal Nord. 12 progetti concreti per far ripartire il Nord.

Ecco i 12 progetti, frutto del lavoro dei gruppi tematici degli Stati Generali del Nord, presentati dal Segretario Federale della Lega Nord, Roberto Maroni al Lingotto:

  1. L’euroregione Nord: locomotiva per l’Europa delle regioni. Istituire l’Euroregione Nord, costituzionalmente autodeterminata, che definisce le proprie politiche e opera con regole certe per rilanciare efficienza e sviluppo.
  2. La ricchezza del Nord deve far crescere il Nord. Trattenere a livello regionale il 75% delle tasse pagate dai cittadini e dalle imprese dell’Euroregione per investire nello sviluppo
  3. No all’accanimento terapeutico sulle imprese decotte. Eliminare i sussidi alle imprese senza futuro per incentivare l’innovazione, le esportazioni e la ricerca
  4. Imprese più forti nel Nord. Introdurre subito una fiscalità di vantaggio per i territori del Nord, per contrastare la delocalizzazione delle imprese
  5. Per il Nord solo banche vere. Commissariare le banche che non sostengono le imprese produttive del Nord nell’accesso al credito
  6. Meno stato, meno sprechi, più federalismo. Tagliare un milione di dipendenti pubblici delle regioni non virtuose, in base al rapporto con il Pil regionale e con il numero di abitanti
  7. Burocrazia zero. Azzerare la burocrazia significa prima di tutto rispetto rigoroso dei termini di pagamento da parte del pubblico
  8. Nuove infrastrutture globali. Realizzare infrastrutture integrate attraverso regole semplici, tempi certi e appalti a KM Zero, assicurando il libero accesso alle reti infrastrutturali a tutti gli operatori: dai treni alla banda larga
  9. Più futuro per i giovani. Dare futuro ai giovani: zero IRPEF per l’assunzione di giovani sotto i 35 anni per i primi tre anni di lavoro
  10. Lavoro e previdenza: modello Nord. Passare da contratti collettivi nazionali a contratti territoriali e riformare il sistema pensionistico su base regionale
  11. Alta velocità dalla scuola al lavoro. Introdurre un nuovo sistema scolastico su base regionale, collegato al mondo delle imprese, che premi economicamente il merito e si basi sulla valutazione degli insegnanti anche da parte dei cittadini
  12. Politica a costo zero. Drastico taglio ai costi della politica:
  • - Dimezzare i parlamentari
  • - Ridurre i consiglieri regionali con le macroregioni
  • - Senato federale a costo zero

FONTE: Prima il Nord

set
24
2012
0

Maroni Lega / Concretezza: Gli Stati Generali del Nord il 28 e 29 a Torino

Parola d’ordine “concretezza”, perché “la crisi c’è e morde, e questo è il momento di dare risposte alle nostre imprese. Con queste parole Roberto Maroni, segretario della Lega Nord, ha presentato a Torino gli Stati Generali del Nord, che si svolgeranno al Lingotto il 28 e il 29 settembre prossimi. Attesi a Torino tra gli altri, il Ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, il segretario della Cisl, Raffaele Bonanni, il presidente della Fondazione Cariplo Giuseppe Guzzetti e il vice presidente della Commissione Europea Antonio Tajani.

Sarà un “momento di confronto e soprattutto di ascolto”, “un appuntamento che deve segnare la svolta della Lega verso la concretezza” e non un “talk show dove gli esponenti del partito porteranno la loro claque” ha spiegato oggi a Torino Maroni, presentando l’iniziativa con il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota e il Vice Presidente della Regione Lombardia Andrea Gibelli.

L’appuntamento torinese “sarà un investimento sul dialogo e il confronto. Ho voluto abbassare i ponti levatoi verso la società e anche verso chi non e’ leghista. Gli imprenditori che verranno a Torino non necessariamente sono della Lega, ma hanno a cuore la questione settentrionale e vogliono definire proposte” per il futuro.

Proposte che lo stesso Maroni, dopo il primo giorno di tavoli di lavoro a porte chiuse, declinerà in un manifesto in dieci punti, che presenterà a Torino.

Riforma fiscale, lavoro sviluppo economico, un nuovo welfare, rapporti tra nord sud ed Europa e quale futuro garantire ai giovani: saranno questi temi cardine su cui si concentreranno i tavoli di lavoro del Lingotto. “Si prenderanno impegni seri che dovranno essere mantenuti” ha promesso il segretario del Carroccio. Obiettivo dichiarato rilanciare il Carroccio “come l’unico e vero interlocutore possibile per le imprese e l’economia del Nord”.

FONTE: Tmnews

set
20
2012
0

Programma Stati Generali: Prima il Nord, Torino Lingotto 28 e 29 settembre

Stati Generali del Nord, Torino Lingotto 28 e 29 settembre. L’obiettivo della due giorni è restituire centralità alla questione settentrionale nell’ambito del dibattito politico/economico e trovare soluzioni innovative e applicabili concretamente. Parteciperanno imprenditori di tutto il Nord, professionisti, docenti universitari, esperti di economia e del mondo del lavoro, per individuare 10 progetti concreti ed immediatamente realizzabili che costituiranno un vero e proprio manifesto delle azioni da intraprendere per il rilancio del Nord. Prima il Nord.

Il Segretario Federale della Lega Nord, Roberto Maroni, ha illustrato questa mattina presso il circolo della stampa di Torino il programma degli Stati Generali del Nord che si svolgeranno a Torino il 28 e 29 settembre.


L’obiettivo della due giorni è restituire centralità alla questione settentrionale nell’ambito del dibattito politico/economico e trovare soluzioni innovative e applicabili concretamente.
Con questo preciso compito si incontreranno al Lingotto, imprenditori di tutto il Nord, professionisti, docenti universitari, esperti di economia e del mondo del lavoro, accomunati dalla consapevolezza che il Nord possiede le risorse necessarie per superare le attuali difficoltà e dimostrare, ancora una volta, di poter vincere anche le sfide più difficili.

La prima giornata di lavori, che sarà a porte chiuse, prevede sei Workshop tematici, i cui risultati verranno illustrati nella seconda giornata dedicata al confronto, che vedrà la partecipazione, tra gli altri, del ministro dello Sviluppo Economico, Corrado Passera, del presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, il presidente ACRI – Associazione di Fondazioni e di Casse di Risparmio, Giuseppe Guzzetti, il Presidente di R.ETE. Imprese Italia, Piergiorgio Guerrini e il vice presidente della Commissione Europea, Antonio Tajani.

A conclusione dei lavori saranno individuati 10 progetti concreti ed immediatamente realizzabili, che costituiranno un vero e proprio manifesto delle azioni da intraprendere per il rilancio del Nord.

Prima il Nord nasce per individuare soluzioni concrete ai problemi concreti del Nord. I nuovi problemi non possono essere risolti con vecchie soluzioni. Dal confronto nascono le idee, dalle sinergie le soluzioni: con il contributo della società, delle categorie economiche, sociali e produttive del Nord, con tutti coloro che mettono il Nord prima di qualunque altra cosa, nella consapevolezza che non sarà il più forte a sopravvivere ma il più veloce a rispondere al cambiamento. Per un Nord unito, attivo, indipendente.

FONTE: Prima il Nord

Powered by Bloog.it